Suunto si impegna per assicurare che questo sito web raggiunga il livello AA di conformità alle Web Content Accessibility Guideline (WCAG) 2.0 e la conformità ad altri standard di accessibilità. Se riscontri problemi con l'accesso alle informazioni di questo sito web, ti preghiamo di contattare il Servizio Clienti al numero verde +1 855 258 0900 (Stati Uniti).

SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 150€ | ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER | DOMANDE E RISPOSTE SUUNTO

Suunto EON Steel Manuale d'uso - 2.5

Immersioni multigas

Suunto EON Steel consente di cambiare gas durante l'immersione scegliendo tra le opzioni disponibili nel menu Miscele. Durante la risalita, verrà sempre suggerito di cambiare gas quando ne è disponibile uno migliore.

Per esempio, durante un'immersione a 55 m (180,5 ft) potrebbero essere disponibili i seguenti gas:

  • tx18/45, MOD 62,2 m (pO2 1,3)
  • tx50/10, MOD 22 m (pO2 1,6)
  • ossigeno, MOD 6 m

Durante la risalita, il computer avverte di cambiare gas a 22 m (72 ft) e a 6 m (20 ft) in base alla massima profondità operativa (MOD) della miscela.

Una scritta segnalerà il momento di cambiare gas, come mostra l'immagine sottostante:

ChangeGas

AVVISO:

durante le immersioni con più miscele di gas, tenere presente che il tempo di risalita è calcolato sempre presupponendo che si usino tutti i gas elencati nel menu Miscele. Prima di immergersi verificare sempre che siano specificati soltanto i gas da utilizzare nell'immersione programmata che si sta per iniziare. Eliminare i gas che non sono disponibili per l'immersione.

Modifica dei gas durante un'immersione

La modifica dei gas è da utilizzare solo in casi di emergenza. Ad esempio, a causa di eventi imprevisti un subacqueo può perdere una miscela di gas, nel qual caso è opportuno che si adatti alla situazione eliminando quella miscela di gas dall'elenco dei gas di Suunto EON Steel. Ciò consente al subacqueo di continuare l'immersione e ottenere al tempo stesso le informazioni di decompressione corrette calcolate dal computer per immersioni.

In un altro caso, se per qualche ragione il subacqueo termina un gas e ha bisogno di utilizzare la miscela di gas del compagno, è possibile adattare Suunto EON Steel alla situazione aggiungendo la nuova miscela di gas nell'elenco. Suunto EON Steel ricalcola la decompressione e mostra le informazioni corrette per il subacqueo.

NOTA:

questa funzione non è abilitata per impostazione predefinita. Una volta attivata, viene creato un passaggio aggiuntivo nel menu dei gas durante l'immersione. Viene resa disponibile solo se per la modalità di immersione sono selezionati più gas.

Per abilitare la modifica dei gas, attivare la funzionalità nel menu delle impostazioni in Menu immersione » Parametri » Modifica gas.

Una volta attivata, durante un'immersione con gas multipli, è possibile aggiungere un nuovo gas o selezionare un gas esistente dall'elenco per rimuoverlo.

NOTA:

il subacqueo non può modificare o rimuovere il gas attualmente in uso (gas attivo).

Quando l'opzione Modifica gas è attivata, è possibile rimuovere i gas non in uso dall'elenco dei gas, aggiungere nuovi gas all'elenco e modificare i parametri (O2, He, pO2) dei gas non attivi.

Controdiffusione isobarica (ICD)

La controdiffusione isobarica (ICD) si verifica quando diversi gas inerti (come ad esempio azoto ed elio) si propagano in direzioni diverse durante un'immersione. In altre parole, uno dei gas viene assorbito dal corpo mentre l'altro viene liberato. La controdiffusione isobarica (ICD) è un rischio che si presenta nel caso di immersioni con miscele trimix.

Ciò può accadere ad esempio durante un'immersione, quando si passa dal gas trimix al nitrox o al trimix leggero. Durante questo passaggio l'elio e l'azoto si propagano rapidamente in direzioni opposte. Ciò dà origine ad un aumento transitorio della pressione del gas inerte totale che può provocare la malattia da decompressione (MDD).

Attualmente non vi sono algoritmi in grado di gestire la controdiffusione isobarica o ICD. Di conseguenza è necessario tenerla seriamente in considerazione quando si programmano le immersioni con trimix.

Suunto EON Steel consente di impostare l'utilizzo del trimix in maniera sicura. Nel menu Miscele, è possibile regolare le percentuali di ossigeno (O2) e di elio (He) per valutare il cambiamento della pressione parziale di azoto (ppN2) e la pressione parziale dei valori di elio (ppHe).

Un incremento della pressione parziale è indicato da un numero positivo, mentre una diminuzione è indicata da un numero negativo. I cambiamenti di ppN2 e ppHe sono indicati accanto a ciascuna miscela di gas alla quale si desidera passare. La massima profondità operativa (MOD) di un gas respirato indica la profondità alla quale la pressione parziale dell'ossigeno (pO2) della miscela utilizzata dal subacqueo supera il limite di sicurezza. È possibile definire il limite di pO2 per il gas.

Un avviso ICD viene generato quando:

  1. La profondità di cambio miscela supera i 10 metri (33 ft).
  2. La media geometrica della variazione di pressione parziale di N2 e della variazione di pressione parziale di He è maggiore di 0,35 bar.

Se questi limiti sono superati con un cambio gas, Suunto EON Steel indica il rischio di ICD, come mostrato di seguito:

isobaric eon

In questo esempio le miscele di gas disponibili per un'immersione profonda con trimix sono le seguenti:

  • Trimix 15/55, MOD 76,7 m (pO2 1,3)
  • Trimix 35/15, MOD 27,1 m (pO2 1,3)
  • Trimix 50/10, MOD 22 m (pO2 1,6)
  • Ossigeno, MOD 6 m

Suunto EON Steel evidenzia il pericolo di ICD quando la miscela di gas passa da 15/55 a 35/15 a una profondità di 27,1 m.

Se si effettua questo cambio gas, la modifica di ppN2 e di ppHe rimane ben oltre i limiti di sicurezza.

Un modo per evitare il rischio di ICD è aumentare il contenuto di elio nella prima miscela di gas di decompressione (trimix 35/15) in modo da ottenere una miscela trimix 35/32. A causa di questa modifica, il secondo gas di decompressione (trimix 50/10) necessita di più elio per evitare il rischio di ICD. La seconda miscela di gas di decompressione dovrà essere trimix 50/12. Queste modifiche manterranno le variazioni di pressione parziale a un livello sicuro, eliminando il pericolo di ICD improvvisa.

Indice