Suunto si impegna per assicurare che questo sito web raggiunga il livello AA di conformità alle Web Content Accessibility Guideline (WCAG) 2.0 e la conformità ad altri standard di accessibilità. Se riscontri problemi con l'accesso alle informazioni di questo sito web, ti preghiamo di contattare il Servizio Clienti al numero verde +1 855 258 0900 (Stati Uniti).

RESI GRATUITI ENTRO 45 GIORNI | GUIDA AI REGALI DI NATALE SUUNTO | ORDINI NATALIZI FINO AL 19 DICEMBRE

Suunto D4i Manuale dell'utente -

Intervallo di superficie e tempo di non volo

Una volta in superficie, Suunto D4i continuerà a fornire informazioni post-immersione e a emettere gli allarmi. Se dopo un'immersione è necessario attendere un certo tempo prima di poter prendere un aereo, in tutte le modalità sarà visibile il simbolo di non volo.

nofly

Per avere ulteriori informazioni sugli intervalli di superficie e il tempo di non volo, entrare in modalità immersione.

Suunto D4i mostra il tempo trascorso da quando si è emersi in superficie nel campo Surf t. (tempo di superficie). Il simbolo dell'aereo indica che non è possibile volare. Nel campo No Fly (non volo) viene mostrato il conto alla rovescia, ovvero il tempo rimanente prima che sia possibile prendere nuovamente un aereo senza correre rischi.

suface nofly time Dseries

Il tempo di non volo è sempre di almeno 12 ore o comunque equivalente al tempo di desaturazione (se questo è superiore alle 12 ore). Per tempi di desaturazione inferiori a 70 minuti non viene visualizzato alcun tempo di non volo.

Se nel corso di un'immersione è stata omessa la decompressione, facendo entrare Suunto D4i nello stato di errore (vedere Stato di errore (blocco algoritmo)), il tempo di non volo è sempre di 48 ore.

AVVISO:

EVITARE DI INTRAPRENDERE VIAGGI IN AEREO PRIMA CHE IL COMPUTER ABBIA AZZERATO IL CONTEGGIO DEL TEMPO DI NON VOLO. PRIMA DI INTRAPRENDERE UN VIAGGIO AEREO, RICORDARSI SEMPRE DI CONTROLLARE IL TEMPO DI NON VOLO RIMANENTE SUL COMPUTER! Volare o effettuare viaggi che prevedano spostamenti ad altitudini più elevate durante il tempo di non volo può aumentare notevolmente il rischio di MDD. Allo scopo è consigliabile prendere visione delle raccomandazioni fornite dal DAN (Divers Alert Network). Non ci potrà mai essere una regola garantita relativa al volare dopo un'immersione in grado di scongiurare completamente la malattia da decompressione!

Il DAN (Divers Alert Network) raccomanda i seguenti tempi di non volo:

  • È richiesto un intervallo di superficie minimo di 12 ore per avere la ragionevole sicurezza che un subacqueo non mostrerà sintomi salendo a un'altitudine tipica di un volo commerciale (fino a 2.400 m di altezza, ovvero 8.000 ft).
  • I sub che pianificano di immergersi quotidianamente, facendo più immersioni per diversi giorni, o che fanno immersioni che richiedono soste di decompressione, dovrebbero osservare precauzioni speciali e attendere un intervallo superiore alle 12 ore prima di volare. Inoltre, l'organismo UHMS (Undersea and Hyperbaric Medical Society) consiglia ai sub che utilizzano bombole d'aria standard e che non mostrano sintomi di malattia da decompressione, di attendere almeno 24 ore dall'ultima immersione prima di prendere un volo su un velivolo con cabina pressurizzata fino a 2.400 m. Le uniche due eccezioni a questa raccomandazione sono le seguenti:
    • Se un subacqueo ha accumulato un tempo di immersione totale inferiore alle due (2) ore nelle ultime 48 ore, si consiglia un intervallo di superficie di 12 ore prima di prendere un volo.
    • Dopo un'immersione che ha richiesto una sosta di decompressione, il volo dovrebbe essere posticipato di almeno 24 ore e, se possibile, di 48 ore.

Suunto raccomanda di evitare i viaggi in aereo finché non sono state soddisfatte tutte le linee guida DAN e UHMS e le condizioni di non volo indicate dal computer.

Indice