Suunto si impegna per assicurare che questo sito web raggiunga il livello AA di conformità alle Web Content Accessibility Guideline (WCAG) 2.0 e la conformità ad altri standard di accessibilità. Se riscontri problemi con l'accesso alle informazioni di questo sito web, ti preghiamo di contattare il Servizio Clienti al numero verde +1 855 258 0900 (Stati Uniti).

SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 150€ | SCONTI ESTIVI | RESI GRATUITI

Suunto EON Core Manuale dell'utente - 2.0

Indice
Indice
  • Profilo di decompressione

Profilo di decompressione

Il profilo di decompressione può essere selezionato in Menu immersione » Parametri » Profilo deco.

Profilo di decompressione continuo

Tradizionalmente, fin dalle tabelle di Haldane nel 1908, le soste di decompressione sono state sviluppate sempre a quote fisse quali 15 m, 12 m, 9 m, 6 m e 3 m. Questo metodo pratico è stato introdotto prima dell'avvento dei computer per immersioni. Tuttavia, quando è in risalita, un subacqueo esegue effettivamente una decompressione dilatata su una serie di mini-soste più graduali, creando di fatto una curva di decompressione continua e uniforme.

L'avvento dei microprocessori ha consentito a Suunto di modellare più accuratamente il comportamento reale della decompressione. Nell'ipotesi di lavoro dell'RGBM Suunto Fused™ 2 è inclusa una curva di decompressione continua.

Durante qualsiasi risalita che prevede soste di decompressione, i computer per immersioni Suunto calcolano il punto in cui il compartimento di controllo supera la linea di pressione ambiente (ovvero il punto in cui la pressione del tessuto è maggiore della pressione ambiente) e inizia la desaturazione. Questo punto è il limite inferiore della decompressione ed è definito “floor”. La zona al di sopra della profondità di floor e al di sotto della profondità di ceiling è la “zona di decompressione”. L'intervallo della zona di decompressione dipende dal profilo di immersione.

La desaturazione nei tessuti veloci principali sarà lenta in corrispondenza o nelle vicinanze della profondità di floor perché il gradiente esterno è piccolo. I tessuti più lenti potrebbero essere ancora in fase di saturazione e, dato un tempo sufficiente, l'obbligo di decompressione potrebbe aumentare, nel qual caso il ceiling potrebbe spostarsi verso il basso e il floor spostarsi verso l'alto.

Gli algoritmi RGBM Suunto ottimizzano questi due fattori in contraddizione combinando una velocità di risalita lenta e una curva di decompressione continua. Tutto questo si traduce in un controllo adeguato del gas in espansione durante una risalita. Questo è il motivo per cui tutti gli algoritmi RGBM Suunto utilizzano una velocità di risalita massima di 10 m/minuto, che nel corso degli anni ha dimostrato di essere un'efficace misura di sicurezza.

Il floor di decompressione rappresenta il punto in cui l'RGBM cerca di massimizzare la compressione delle bolle, mentre al “ceiling” di decompressione cerca di massimizzare la desaturazione.

Il vantaggio aggiuntivo di avere un ceiling e un floor di decompressione nasce dalla consapevolezza che ci si trova immersi nell'acqua, dove può rivelarsi difficile mantenere la profondità esatta per ottimizzare la decompressione. Quando mantiene una profondità al di sotto del ceiling ma al di sopra del floor, il sub continua ad effettuare la decompressione, anche se più lentamente della condizione ottimale, e beneficia di un “cuscinetto” di tolleranza aggiuntivo che riduce al minimo il rischio che le onde lo sollevino fino a superare la quota di ceiling. Inoltre, la curva di decompressione continua utilizzata da Suunto offre un profilo di decompressione più regolare e naturale rispetto alla tradizionale decompressione “a tappe”.

Suunto EON Core dispone di una funzionalità unica che mostra non solo il ceiling di decompressione, ma anche il floor di decompressione. Finché il sub si trova al di sotto della quota di “floor”, cioè è ancora in saturazione, viene visualizzata una freccia verso l'alto. Quando risale al di sopra della quota di floor, i tessuti principali iniziano a desaturarsi e la freccia verso l'alto scompare. La decompressione ottimale si verifica nella zona del ceiling e viene indicata con la compresenza di una freccia verso l'alto e di una freccia verso il basso. Se la profondità di ceiling viene violata, una freccia verso il basso e un allarme acustico invitano il sub a ridiscendere fino alla zona di ceiling.

Profilo di decompressione “a tappe”

In questo profilo di decompressione, la risalita viene tradizionalmente suddivisa in “tappe”, o fasi, da 3 m (10 ft). In questo modello il sub effettuerà la decompressione alle tradizionali profondità fisse.

Continuous Stepped Eon Core

NOTA:

La selezione del profilo di decompressione è disponibile a partire dalla versione 2.0 del firmware.

Indice