Suunto si impegna per assicurare che questo sito web raggiunga il livello AA di conformità alle Web Content Accessibility Guideline (WCAG) 2.0 e la conformità ad altri standard di accessibilità. Se riscontri problemi con l'accesso alle informazioni di questo sito web, ti preghiamo di contattare il Servizio Clienti al numero verde +1 855 258 0900 (Stati Uniti).

SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 150€ | ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER | RESI GRATUITI | DOMANDE E RISPOSTE SUUNTO

Suunto D5 Manuale d'uso

Intervallo di superficie e tempo di non volo

Dopo un'immersione, Suunto D5 mostra l'intervallo di superficie intercorso tra l'ultima immersione e il conto alla rovescia del tempo di non volo consigliato. Per tutto il periodo in cui è attivo il tempo di non volo è sconsigliato effettuare viaggi in aereo o che prevedano di transitare ad altitudini più elevate rispetto a quella dell'ultima immersione.

Surf NoFly D5

Il tempo di non volo è il periodo di tempo minimo raccomandato da trascorrere in superficie dopo un’immersione prima di salire a bordo di un aeromobile per un effettuare un volo. Il tempo di non volo è sempre di almeno 12 ore o comunque equivalente al tempo di desaturazione (se questo è superiore alle 12 ore). Per tempi di desaturazione inferiori a 75 minuti non viene visualizzato alcun tempo di non volo.

Una volta trascorso il tempo di non volo calcolato da Suunto D5 con l'algoritmo Suunto Fused™ RGBM 2, sarà possibile viaggiare su un normale aeromobile pressurizzato fino all'altitudine di 3.000 metri.

Se nel corso di un'immersione si omette la decompressione, facendo entrare Suunto D5 in modalità di errore permanente (vedere Blocco algoritmo), il tempo di non volo sarà sempre di 48 ore. Allo stesso modo, se l'immersione è effettuata in modalità Gauge (timer profondità), il tempo di non volo sarà di 48 ore.

AVVISO:

EVITARE DI INTRAPRENDERE VIAGGI IN AEREO PRIMA CHE IL COMPUTER ABBIA AZZERATO IL CONTEGGIO DEL NO-FLY TIME. PRIMA DI INTRAPRENDERE UN VIAGGIO AEREO, RICORDARSI SEMPRE DI ATTIVARE IL COMPUTER PER CONTROLLARE IL NO FLY TIME RIMANENTE! Volare o effettuare viaggi che prevedano spostamenti ad altitudini più elevate durante il 'no-fly time' può aumentare notevolmente il rischio di MDD. Vi ricordiamo di prendere visione delle raccomandazioni del DAN (Diver’s Alert Network). Una delle regole fondamentali che certamente previene la malattia da decompressione è di non intraprendere viaggi in aereo dopo un'immersione!

Indice